Forum Alternativo Mondiale dell'Acqua

Il caso rischia di trasformarsi in scandalo. Era stato presentato come il più importante evento mondiale sul tema dell’acqua, ma il 6° Forum mondiale dell’acqua (il “ Forum delle soluzioni”) organizzato a Marsiglia dal 12 al 17 marzo 2012 dalla Città, dal Governo francese e dal Consiglio Mondiale dell’Acqua – associazione diretta dal presidente di una filiale di Veolia – appare già come un fiasco solenne. Le spese voluttuarie a carico di fondi pubblici non basteranno ad evitarlo. A inizi febbraio, a un mese dall’apertura, le iscrizioni registrate al Forum dei mercanti dell’acqua non superano il decimo dei partecipanti previsti

Da due anni gli organizzatori dell’evento “planetario” giustificavano, a livello locale, le spese colossali per la manifestazione con il ritorno che avrebbero apportato alla città. Nientedimeno che 20.000 partecipanti previsti – addirittura 25.000 per gli ottimisti – con ricadute scontate sui commerci, gli alberghi e la ristorazione locale.

Ahimè, a fine settimana scorsa, inizi febbraio, a un mese dall’apertura del “Forum delle soluzioni”, gli organizzatori contavano appena 3500 iscrizioni all’evento planetario!

Più precisamente, all’8 febbraio gli iscritti erano 2000 e quelli “in corso d’iscrizione” altri 2000 secondo gli organizzatori, per dire quanto siamo clementi nello scrivere 3.500.

Un dato disastroso, che era stato confermato martedì 7 febbraio alla Conferenza stampa organizzata dal “Partenariato francese per l’acqua” (PFE), uno dei satelliti del Consiglio mondiale dell’acqua, per la presentazione del FME

Poiché questi pirati non hanno paura di nulla, la persona che ha dato l’annuncio dei 4000 è arrivata al punto di dire che “4000 per 6 giorni fa 25.000 persone” senza che nessuno dei presenti si sia scomposto. A dimostrazione dell’oggettività della copertura mediatica da aspettarsi per questo nuovo evento di cartapesta planetario

3500 iscrizioni pagate al caro prezzo di 500 euro a persona fino al 1° gennaio, salito a 700 euro a persona da quella data in poi.

Un disastro vero e proprio, comunque prevedibile.

Ed ecco che nei corridoi si affilano i coltelli, il panico cresce, dal Vecchio Porto all’Eliseo, anche perché l’evento cade in piena campagna presidenziale ed era stato “prenotato”con molto anticipo dal (non ancora) candidato Sarkozy

Panico a bordo.

Al ritmo attuale il Forum Alternativo Mondiale sembra partito sul piede giusto per accogliere molti più partecipanti del Forum ufficiale.

Alla data odierna, con 3500 iscrizioni, il Forum ufficiale è virtualmente fallito. Tirate le somme, il regolamento di conti si annuncia sanguinoso. Per il fatto che il Forum ufficiale è finanziato quasi esclusivamente con fondi pubblici.

Il bilancio preventivo di 38 milioni di euro è stato più volte ridimensionato fino a 29,6 milioni di euro, dopo aver dovuto prendere atto dei minori contributi da parte delle imprese, lungi dall’essere compensati dall’aumento delle quote di partecipazione di Marseille Provence Métropole (+ 500 000 €) e del Comune di Marsiglia (+ 1 000 000 €) col risultato che l’investimento complessivo del solo Comune di Marsiglia (la città più povera di Francia) ha raggiunto l’ammontare astronomico di 5 milioni di euro.

tradotto dello blog Eaux Glacées

Categories: Nella notizia

Comments are closed.